HOME  I  TERRITORIO E SEDI  I  STORIA  I  UFFICI E ORARI  I  PREVENZIONE INCENDI  SICUREZZA DOMESTICA  I  SCUOLA SICURA
  COMANDO PROVINCIALE VIGILI DEL FUOCO CUNEO

 
  Chi siamo
  Territorio e Sedi
  Storia
  Uffici e orari
  Prevenzione
 Prevenzione incendi
 Sicurezza domestica
 Scuola sicura
  Servizi a pagamento
 Corsi di formazione
 Esami
 Dispensa corso addetti antincendio
 Vigilanze

PIANO DI EVACUAZIONE DI UN EDIFICIO SCOLASTICO

 

COS'E'

Il piano di evacuazione nelle scuole è uno strumento di fondamentale importanza, riconosciuto anche dal D.M. 26.8.92 "Norme di prevenzione incendi per l’edilizia scolastica" che ne ha reso obbligatoria l’adozione. La sua funzione è quella di pianificare tutte le operazioni da compiere in caso di emergenza che richieda l’evacuazione ordinata dell’edificio scolastico.

 

PERCHE'

Le possibili cause di una situazione di emergenza che rendano necessaria l’evacuazione dell’edificio o di parte di esso sono generalmente:

incendio all’interno dell’edificio scolastico incendio nelle vicinanze della scuola terremoto cedimenti strutturali della scuola o edifici contigui sospettata presenza di ordigni esplosivi inquinamento dovuto a cause esterne, quando si avvisa la necessità di evacuare ogni altra causa ritenuta pericolosa dal Capo Istituto

                                                     COME

Conoscere l'edificio:

Di fondamentale importanza è la conoscenza dell’ambiente scolastico, quindi il primo passo è quello di individuare le caratteristiche planovolumetriche dell’edificio. Su apposite planimetrie di facile lettura vanno poi individuate le vie di uscita e i relativi percorsi per raggiungerli, i mezzi di estinzione degli incendi e i luoghi sicuri ove radunare le persone evacuate.

Assegnazione incarichi:

Il Capo d’Istituto provvede ad assegnare dei compiti, individuando per ogni funzione due responsabili: responsabile, e il suo sostituto, dell’emanazione dell’ordine di evacuazione (preside e vicepreside) incaricato della diffusione dell’ordine di evacuazione responsabile di piano, o settore, del controllo delle operazioni di evacuazione incaricato per le chiamate di soccorso ai Vigili del Fuoco, alle Forze dell’ordine e al Pronto soccorso incaricato dell’interruzione dell’energia elettrica, del gas e dell’alimentazione della centrale termica incaricato del controllo periodico di estintori e idranti addetto al controllo quotidiano della praticabilità delle uscite di sicurezza e dei percorsi per raggiungerle

 

I docenti provvedono in ogni classe ad assegnare le seguenti mansioni:

2 ragazzi apri - fila: aprono le porte e guidano i compagni verso il luogo di raduno prestabilito

2 ragazzi serra - fila: chiudono le porte accertandosi che nessuno rimanga indietro

2 ragazzi con il compito di aiutare i disabili ad abbandonare l’aula e raggiungere il punto di raccolta

 

Modalità di evacuazione

Udito il segnale per l’evacuazione dell’edificio, tutte le persone presenti dovranno immediatamente eseguirlo ordinatamente mantenendo la massima calma. Nella maggior parte dei casi si dispone di parecchi minuti per mettersi in salvo, inoltre le uscite, per legge, distano al massimo 60 metri dalla porta dell’aula, pertanto non serve assolutamente correre in quanto si dispone di tutto il tempo necessario all’operazione di sgombero.

NORME DI COMPORTAMENTI IN CASO DI:

Incendio

Se l’incendio si è sviluppato in classe: uscire subito dall’aula, chiudendo la porta.

Se l’incendio è fuori dall’aula e il fumo ha invaso il corridoio: chiudere bene la porta sigillando le fessure con panni bagnati - aprire la finestra e chiedere soccorso - sdraiarsi sul pavimento e respirare filtrando l’aria con un fazzoletto possibilmente bagnato.

 

Terremoto

In un luogo chiuso: mantenere la calma - non precipitarsi fuori - ripararsi sotto il banco, sotto l’architrave o vicino ai muri portanti - allontanarsi da finestre, porte vetrate e armadi - dopo il terremoto, all’ordine di evacuazione, abbandonare ordinatamente l’edificio secondo il piano prestabilito.

All’aperto: allontanarsi dall’edificio, da alberi lampioni, linee elettriche - cercare un posto non coperto, altrimenti mettersi sotto qualcosa di sicuro come una panchina.

 

ESERCITAZIONI PERIODICHE

E’ importante effettuare con cadenza periodica delle prove generali di evacuazione dell’edificio, finalizzate alla verifica dell’apprendimento dei comportamenti in caso di emergenza. Al termine dell’esercitazione è utile analizzare in classe i comportamenti tenuti in modo da correggere eventuali errori commessi durante la prova.

Clicca sull'icona se vuoi scaricare un'opuscolo informativo sui Vigili del Fuoco di Cuneo per la tua scuola

www.unicef.it www.interno.it www.vigilfuoco.it